La storia dellA Schwimmwagen

La Schwimmwagen venne sviluppata per l'esercito tedesco dal professor Ferdinand Porsche ngli annil 1940-1941. Durante il periodo nazista molte industrie lavorarono per lo sforzo bellico e Porsche non faceva eccezione. Si impegnò anche nella progettazione di alcuni Panzer per l'esercito.

Questo veicolo, che venne chiamato modello 128 durante la fase di sviluppo, venne poi identificato come modello 166 nella sua versione definitiva prodotta in serie dalla Volkswagen. Fu poi soprannominato "Schwimmwagen", auto che naviga.

Il veicolo anfibio era basato sul diffuso modello 82, la famosa Kübelwagen, con cui condivide molte componenti e un'origine comune. In effetti entrambe vennero sviluppate partendo dalla KdF-Wagen (Kraft durch Freude, "forza attraverso la gioia"), che in seguito divenne famosa come maggiolino Volkswagen. Anche questa auto era stata sviluppata da Ferdinand Porsche, già prima della guerra.

Dopo i prototipi modello 128, Porsche rimase coinvolto personalmente nella manifattura dei primi esemplari di VW166 di pre-produzione. Questi possono essere identificati dai numeri di serie da 0166/001 a 0166/125, e vennero costruiti a Stoccarda.

La prima versione della Schwimmwagen, il modello 128, di cui esistono oggi pochissimi esemplari, era leggermente più lunga e più larga. Aveva altre piccole differenze, soprattutto di carrozzeria, ma aveva lo stesso motore da 25 cavalli (vedi dati tecnici). La Schwimmwagen aveva trazione a 2 e 4-ruote motrici, una marcia ridotta e un'elica a tre pale per la navigazione.

Il veicolo venne prodotto in serie alla Stadt des KdF-Wagens (oggi Wolfsburg), dove si trovava (e si trova tuttora) la fabbrica della Volkswagen. Oltre 14'200 modello 166 vennero costruite tra il 1942 e il 1944. Negli ultimi mesi della guerra la produzione dovette essere interrotta a causa dei danni alla fabbrica, che venne bombardata pesantemente dagli alleati. Inoltre, la produzione di questo veicolo era piuttosto complicata e richiedeva molta manodopoera e materiali, cosa che nella fase finale della guerra costituiva un serio problema.

Sembra che la vita di questi veicoli era di sole 3-6 settimane! Ecco perché oggi ne esistono ancora così pochi.

La Schwimmwagen era inizialmente di colore "panzergrau" (un grigio) e dal 1943 "Einheitsfarbe", un beige (clicca qui per ulteriori informazioni sui colori della Wehrmacht). Molte erano prive di armamento, anche se alcune montavano una mitragliatrice (MG34 o MG42) sul lato anteriore destro. Si trattava però soprattutto di un' arma difensiva. La VW166 non è blindata e non offre protezione. Spesso la Schwimmwagen venne usata come veicolo da ricognizione, e pare fosse molto apprezzata per le sue ottime qualità di fuoristrada e in generale per la sua maneggevolezza. Più raro era l'impiego in acqua, anche perché la lentezza della navigazione e l'assenza di protezione per gli occupanti esponeva i soldati a grandi rischi.